Travel

New York

17 aprile 2015

The city that doesn’t sleep” cantava Frank Sinatra molti anni fa, “Giungla di cemento dove i sogni diventano realtà” recitano invece i versi tradotti di un altra canzone icona, “Empire State of Mind”, firmata nel 2009 da Alicia Keys.  Benvenuti a New York. La capitale del mondo finanziario, dell’arte, della musica e del design. Il più grande concentrato di energia che abbia mai conosciuto. Indipendentemente dal fatto se l’abbiate mai visitata o meno, New York è stampata in ognuno di noi. Non c’è angolo di Manhattan che non sia stato sfondo di un set di un film, una serie, un video clip, una campagna di moda o un evento poi proiettati in massa nei nostri cinema e sui nostri schermi televisivi.

Della vacanza a New York ricordo le colazioni infinite che facevamo la mattina, le intere giornate a passeggiare tra le strade affollate di Manhattan, i negozi, le palestre e i supermercati sempre aperti. E poi la notte. Luci ovunque, il Manhattan skyline illuminato a festa, come se il cielo avesse mille finestre illuminate dai riflessi di una vita palpitante, inarrestabile. Business is busiess, è l’America bellezza.

E poi come non ricordare quel rumore di fondo che non ti lascia mai, una specie di motore perennemente acceso. Questo palpito metropolitano faceva il paio con un altro rumore, molto più dolce e familiare, che oramai ci accompagnava in ogni momento prima ancora che partissimo. Erano i primi battiti di nostro figlio Leonardo, un miracolo che cresceva nel ventre di Carlotta e che attraversò con noi l’oceano prima ancora di venire al mondo. Sì, quel viaggio a New York fu davvero indimenticabile.

Sotto una galleria di immagini che condivido volentieri con voi. Vi saluto amici.

 

DSC_0175DSC_0010 DSC_0032DSC_0206 DSC_0217 DSC_0232 DSC_0316.JPG Time Square Alex



DSC_0191 def2

Giordania

Terra di deserti e altopiani, situata nella regione della culla della civiltà, la Giordania è certamente un paese dal fascino straordinario. E’ stato il nostro viaggio di nozze. Decidemmo di…



IMG_4752

Londra: la mia top ten dei posti da non perdere

Come sapete, lo scorso week end sono stato a Londra. Erano molti anni che mancavo ed era da tempo che volevo visitare una città capace di meravigliare, stimolare, dettare le…

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply michela 28 aprile 2015 at 2:24 pm

    Che spettacolo! Sembra di essere li.. grazie di condivedere queste emozioni e ricordi….

  • Reply Annarosa Amente 28 aprile 2015 at 8:38 pm

    La cosa bella del suo blog, Sig. Capuano, è che lei con le sue emozioni verso la sua famiglia , ci consente di conoscerla meglio e apprezzarla. La sua professionalità è ineccepibile, e meriterebbe più consensi da altre sfere

  • Reply agata 28 aprile 2015 at 9:24 pm

    Luca, che meraviglia! hai delle qualità descrittive favolose! è stato bellissimo leggerti ed è stato per me come se avessi visitato questa città. un abbraccio e buona serata.

  • Reply gisella vescogni 30 aprile 2015 at 5:05 pm

    un sogno , luca capuano ,.- !!! uno splendore !!!-

  • Reply rita 12 maggio 2015 at 10:19 pm

    In poche parole hai saputo descrivere molto di NYC. L’ho visitata 4 volte, finora. Ma la prima impressione, vedendo dal ponte l’Empire illuminato, è stata come una sorta di “familiarità”, non mi sentivo spaesata in una megalopoli, mi sentivo a casa. Questo proprio perché ognuno di noi ha collezionato ore di visione di film e anche di telefilm che quando ero piccola andavano per la maggiore. Arrivati in centro, lo stupore di veder per davvero il fumo uscire dai tombini! E poi come dici te, la città sempre sveglia, sempre piena di luci e colori, fantastica. La cosa che mi piace di più a NY, oltre a Central Park innevato, è camminare per le sue strade e stare con la testa all’insù, per vedere la fine dei grattacieli e l’inizio del cielo…
    E che bello il riferimento intimo e privato che fai in queste pagine, dà sicuramente un significato in più al viaggio.

  • Rispondi a rita Cancel Reply