Diary

Padri e figlie, ultimo film di Muccino al cinema. Andate ad emozionarvi!

30 settembre 2015
IMG_8135.JPG

Padri e figlie. E’ questo il titolo dell’ultimo film di Muccino, che esce nelle sale il 1 ottobre, e che ho avuto modo di vedere in anteprima. Padri e figlie. Un titolo semplice, e immenso nella sua semplicità. Non vi voglio svelare la trama, vi farei un dispetto. Invece desidero che lo vediate sapendo poco della storia, di modo che vi godiate ogni istante.
Padri. Figli. Il rapporto piu’ naturale eppure a volte faticoso. Tante volte ho sentito dire, fin da ragazzino “il mestiere piu’ difficile è fare il genitore”. Ora capisco quelle parole. Eccome! Essere padri è un’avventura, bellissima. E’ come scalare le montagne, a volte con il sole in faccia, altre con la neve, il vento, il freddo, ma con il cuore sempre caldo. E’ come nuotare in mare aperto, ma sapendo che le tue braccia sosterranno i piccoli. E’ come cantare a squarciagola, anche stonati, ma con tutto l’amore di cui si è capaci. Ecco, questo film racconta tutto questo. E anche di piu’. Racconta della forza, della volontà, dei legami che mai si spezzano, se si è pronti ad affrontare anche le bufere, insieme. Sono ancora figlio, e sono padre. Ho questo privilegio, questa grande fortuna. Spesso sembra scontato, siamo presi da mille impegni, siamo stanchi, indaffarati. Ma se ci fermiamo, osserviamo chi ci sta accanto, ci accorgiamo di quanto prezioso sia amare, essere padri, e figli.
Questo film ci offre questa possibilità, facendoci commuovere assai, magari nascondendo le lacrime per pudore, di sicuro facendoci tornare a casa ad abbracciare forte chi amiamo.
Ps: bravi gli attori, tutti, americani. Bravo Muccino, il nostro “made in Italy” negli Usa!



IMG_4633 copia

BENTORNATI!

Ieri è ufficialmente finita l’estate. Con lei se ne vanno le lunghe giornate di sole, quasi interminabili. Con l’apertura delle scuole anche gli orari in famiglia tornano ad essere piu’…



FullSizeRender

Antonio Machado: Tu che sei in viaggio.

Siviglia 1875-Collioure 1939. E’ stato un poeta e scrittore spagnolo, tra i maggiori di tutti i tempi. Caminante, son tus huellas el camino, y nada mas; caminante, no hay camino,…

You Might Also Like

6 Comments

  • Foto del profilo di Agata la poetessa
    Reply Agata la poetessa 30 settembre 2015 at 1:49 pm

    grazie del consiglio! già mi hafatta emozionare il tuo discorso! sprigioni e diffondi dolcezza! io non posso parlare da genitore perchè non ho figli ma per scelta… comprendi. lo so. purtroppo con i miei genitori, non ho un rapporto idilliaco. io sono una ribelle, lo ammetto. le divergenze di opinioni sono frequenti. io li ammrio per tutto quello che hannofatto per me. comprendo che per una giovane coppia, trovarsi, ai tempi davanti alla realtà di avere una figlia nonvedente non’è facile. però loro hanno combattuto, seguendomi in tutti gli interventi, e poi di seguito, nell’integrazione scolastica e sociale. poi è iniziata la mia lotta per l’autonomia perchè loro pensavano che questa bambina non sarebbe mai cresciuta, ma non’è così. so che loro sono orgogliosi dei miei traguardi ma si va sempre in contrasto perchè secondo loro sono troppo indipendente, e ho tantissima cura di me stessa. ma ognuno prende le proprie decisioni e le esperienze bisogna farle. se si cade, ci si rialza. un abbraccione e un buon pomeriggio.

    • Foto del profilo di Luca
      Reply Luca 30 settembre 2015 at 2:42 pm

      Ciao Agata. Sai, noi genitori vorremmo sempre avere un “controllo” sui nostri figli. Per proteggerli, tutelarli, avere l’illusione di potergli risparmiare delle delusioni. Ma come dici giustamente tu, i figli devono comunque fare le loro esperienze, le loro scelte.

      • Foto del profilo di CHIARA.IT
        Reply CHIARA.IT 3 ottobre 2015 at 11:18 am

        Buondì…pensavo…oggi molti giovani cercano disperatamente un “lavoro fisso, un lavoro stabile”. Tu invece, hai fatto una scelta diversa…ma io mi chiedo quando non eri ancora un attore affermato, hai dovuto “lottare” contro qualcuno che avrebbe preferito per te un lavoro “normale e sicuro”? Cosa consiglieresti ai ragazzi che sognano il teatro, la tv e il cinema? E a questo punto visto che ci sono…ricordi la tua prima volta davanti ad una telecamera? Ora che sei un professionista, ti capita mai di pensare al Luca alle prime armi?…
        …Perdonami se stamattina “mi faccio un po’ i fatti tuoi” :)…chiamiamola condivisione di esperienze…suona meglio, libero di non rispondere ovviamente 😉
        Buon weekend.

  • Reply Giada 30 settembre 2015 at 3:52 pm

    Già mi sono emozionata leggendo il tuo post…chissà quale sarà la mia reazione dopo aver visto il film! Padri e figlie. È un concetto davvero molto complesso. Non è facile essere genitori e io penso che anche essere figli non sia una passeggiata. A volte si vive con la paura di deludere mamma e papà, di non riuscire a renderli orgogliosi di noi stessi. Un errore molto ricorrente è fare scelte che non ci soddisfano per soddisfare loro. Insomma, bisogna essere liberi di vivere la propria vita…seguendo comunque qualche consiglio. Ma essere genitori…un “mestiere” davvero arduo! Ma le soddisfazioni che si hanno sono impagabili!!! Se e quando diventero’ mamma cercherò di essere un esempio, una figura di riferimento su cui contare. Una frase che non dimenticherò mai è “tutti possono diventare padri, il difficile è esserlo”…ma quanto è vero! Pur non conoscendoti di persona Luca, mi sembri davvero un padre e un marito fantastico, che cerca sempre di migliorarsi. Grazie a Dio anche io ho un padre e una madre davvero speciali, che spesso sacrificano le loro esigenze per assecondare le mie. Il nostro è un ottimo rapporto basato sulla fiducia! Luca ti ringrazio per le bellissime frasi che hai citato sopra e ti auguro tutto il bene del mondo nella tua vita di padre. Un abbraccio!

  • Foto del profilo di Caterina
    Reply Caterina 30 settembre 2015 at 4:23 pm

    Vivo di cinema ,la amo ,mi diverte ,mi emoziona.Muccino è’ un grande e Nn avevo il minimo dubbio sulla bellezza del suo film ma ora che tu lo hai visto sono ancora più felice di andare a cinema per emozionarmi .rapporto genitori figli ,credo davvero sia difficile ,il mio bene più prezioso ,il mio lavoro più faticoso ma la mia parte di cuore ….ti ringrazio come sempre dei consigli, delle emozioni che ci regali un bacio caterina

  • Reply raffaella 30 settembre 2015 at 7:53 pm

    Ciao Luca ,spero di poterlo andare a vedere deve essere sicuramente bello.Comunque è vero i figli grandi o piccoli che siano ti fanno stare sempre in ansia e specialmente al giorno d’oggi.Però sono la cosa più bella che ti possa capitare .Io sono fortunata perchè mio figlio a 17 anni sembra avere la testa sulle spalle e spero ke continui ad averla.Vedrai che anche i tuoi bimbi con dei genitori come te e Carlotta saranno ragazzi favolosi .Aspettando di rivederti in tv ti abbraccio.:-)

  • Leave a Reply